I segreti del risotto: le pentole antiaderenti e il brodo


Pubblicato il 24/09/2018
E' arrivato ufficialmente l'autunno, la stagione dei risotti per eccellenza! Ebbene sì, le temperature più fresche ci fanno tornare la voglia di stare davanti ai fornelli e di cucinare qualcosa che, in estate, abbiamo decisamente evitato... il risotto! Ma volete sapere qualche suggerimento per cucinarlo davvero bene e non rischiare di fare un semplice bollito? Pentolpress, produttrice di pentole antiaderenti 100% Made in Italy, oltre a proporvi le pentole per una cottura sicura, omogenea e sana vi svela anche qualche segreto del mestiere.
1)    LO STRUMENTO. Mai come per un risotto è importante scegliere la giusta pentola antiaderente, che non necessita di grassi in eccesso e che non permette al cibo di attaccarsi sul fondo;
2)    IL RISO. Un grande no al Parboiled e al Basmati, scegliere tra un fino o superfino, quindi un Carnaroli o un Arborio;
3)    IL BRODO. Questa è l'anima del risotto, aboliamo tutti i preparati granulari (o simili) e dedichiamo qualche minuto alla preparazione di un signor brodo, che fa la differenza statene certi (carne/pesce con sedano, carota, cipolla, olio);
4)    IL SOFFRITTO. Il segreto è farlo il più sottile e fino possibile, non si deve sentire il pezzettino di cipolla quando lo si mangia, è molto importante;
5)    LA COTTURA. Eccoci al punto più ostico. Il massimo sarebbe scaldare due pentole antiaderenti, in una tostare il riso e nella seconda stufare il soffritto, per poi unire il tutto dopo aver fatto indurire per bene i chicchi, sfumando con vino bianco. Il passaggio successivo è l'aggiunta del brodo, fino a coprire il riso (aggiungerlo al bisogno). Continuate a mescolare durante la cottura e salate solo alla fine;
6)    LA MANTECATURA. E' il tocco finale che va fatto sempre a fuoco spento, che sia con olio o con burro, con o senza parmigiano o pecorino.

Le pentole antiaderenti di Pentolpress più adatte alla preparazione dei risotti sono tutte le pentole con bordi alti e le casseruole.
 



Vedi anche