Tegami antiaderenti: consigli per il lavaggio (semplicissimo)

Tegami antiaderenti: no alle spugnette abrasive, sì al bicarbonato in presenza di unto, sì alla lavastoviglie


Pubblicato il 23/04/2018
Come si puliscono i tegami antiaderenti? Quali sono i consigli che possiamo darvi per il lavaggio di questi strumenti?
Partiamo dal presupposto che tutte le pentole e le padelle di Pentolpress, grazie al meraviglioso strato antiaderente, non permettono al cibo di attaccarsi sul fondo quindi dimenticate la fatica con pagliette o altre spugne abrasive per togliere le incrostazioni o addirittura il metodo dell'aceto, portato ad ebollizione nella padella stessa. Tutti i nostri tegami antiaderenti si lavano con grande facilità e velocità, sia a mano che in lavastoviglie... possiamo però darvi qualche consiglio per conservarli al meglio.
1 – evitare le spugnette eccessivamente abrasive in quanto rovinano il rivestimento degli strumenti;
2 – utilizzate la parte morbida delle spugne e lavate con movimenti circolari;
3 – se i tegami antiaderenti risultano particolarmente sporchi e unti, vi consigliamo di utilizzare acqua tiepida, bicarbonato (che darà un effetto scrub) e qualche goccia di detersivo sgrassante per i piatti;
4 – non riponete mai una padella sopra l'altra nella dispensa, potrebbero graffiarsi con l'attrito. Se manca lo spazio, è sufficiente un foglio di carta forno tra uno strumento e l'altro.

Come abbiamo detto sopra, tutti i tegami antiaderenti Pentolpress possono essere lavati anche in lavastoviglie, rimuovete il manico per avere più spazio a disposizione!
 



Vedi anche